Naturopatia

FLORITERAPIA


"Il più grande dono che un uomo possa fare ad un altro è di essere egli stesso felice e pieno di Speranza, poiché così guarirà l'altro della sua prostrazione" (Edward Bach).

 

La Floriterapia è uno strumento efficacissimo messo a punto dal medico inglese Edward Bach, nella prima metà del 1900. Egli scoprì le proprietà terapeutiche di un certo numero di fiori di piante spontanee che crescevano libere nella natura incontaminata del Galles; così mise a punto 38 rimedi detti “Fiori di Bach”. In aggiunta ai 38 rimedi di base, mise a punto un ulteriore rimedio d’emergenza detto “Rescue Remedy”, formato dalla combinazione di 5 fiori (Star of Bethlehem, per i traumi d’ogni genere – Rock Rose, per il terrore e il panico – Impatients, per la tensione mentale – Cherry Plum, per la perdita di controllo – Clematis, per evitare l’allontanamento della coscienza), l’unica combinazione ufficiale del metodo originale del dott. Bach.

La Floriterapia ha lo scopo di riequilibrare le emozioni negative, rimettendo la persona in grado di gestire il proprio comportamento e le proprie reazioni. E' un valido aiuto in tutte le situazioni in cui l'individuo, a causa di difficoltà temporanee oppure caratteriali, vive alcuni aspetti della propria vita come difficili da affrontare, dimensionare e risolvere. La Floriterapia può essere un valido mezzo per conoscere meglio sé stessi, scoprire e valorizzare le proprie potenzialità spesso celate da schemi comportamentali acquisiti nel tempo ma dannosi e limitanti.
Questa terapia è adatta tanto agli adulti quanto ai bambini e agli anziani, così come agli animali e alle piante. Si dividono in rimedi tipologici, cioè propri della personalità del soggetto, e in rimedi di aiuto o complementari, da usarsi secondo le situazioni momentanee. Alcuni rimedi floreali sono ‘tipologici’, si applicano cioè alla costituzione e allo specifico temperamento della persona. Altri invece si prescrivono in situazioni di disagio provvisorio, a seconda delle variazioni dell’umore e delle emozioni di un determinato momento. Occorre perciò essere attenti alla elasticità degli stati d’animo che possono cambiare frequentemente, imparare a scavare con delicatezza tra le pieghe dei propri sentimenti. Bisogna però evitare di cadere nella tentazione di automedicarsi quando non si è pienamente consapevoli di sé; la scelta errata dei rimedi floreali può condurre a risultati deludenti e a giudizi errati e ingiusti sulla terapia stessa.

Il floriterapeuta è un consulente esperto nella relazione d’aiuto attraverso l’applicazione del sistema naturale della floriterapia. L'intervento si basa in primo luogo sull’ascolto empatico, per comprendere la natura del problema, le esigenze della persona coinvolta e le caratteristiche dell’ambiente in cui vive. Una volta individuato lo squilibrio emozionale del cliente, il floriterapeuta lo guida nella scelta delle essenze floreali indicate a sbloccarne la forza reattiva e a mobilitarne le risorse interiori per rendere possibile un cambiamento e facilitare così la soluzione del problema.
Il floriterapeuta non si propone come alternativa al medico o allo psicologo, non si occupa di diagnosi o di patologie mediche né di curare dei sintomi, ma di riequilibrare tutti quegli atteggiamenti emozionali negativi che possono, alla lunga, favorirli.


“La salute è la completa e armonica unione di anima, mente e corpo; non è un ideale così difficile da raggiungere, ma qualcosa di facile e naturale che molti di noi hanno trascurato.” Edward Bach

 

La Floriterapia nasce dal concetto olistico secondo cui, ogni individuo è composto di un corpo, di una mente e di uno spirito pertanto, la malattia, altro non è che un allontanamento dal proprio centro spirituale, all'interno del quale è custodito lo scopo della propria esistenza. Ognuno ha uno scopo ben preciso da svolgere nel corso della propria vita. Comprendere qual è il proprio scopo è fondamentale per vivere tutti gli anni che ci sono stati assegnati, serenamente, con soddisfazione di sé ed autostima, conoscendo le proprie potenzialità e i propri limiti, senza farsi sopraffare dagli altri e senza voler dominare gli altri. Dato che la vita scorre attraverso una serie lunghissima di rapporti con le altre persone, imparare a conoscere sé stessi per poter equilibrare e gestire i propri schemi comportamentali, risulta di fondamentale importanza per evitare di ammalarsi e mantenere una buona salute.
Attraverso la Floriterapia del dottor Bach, è possibile raggiungere questo obiettivo, in maniera dolce e non invasiva, attraverso l'utilizzo dei suoi rimedi floreali, preparati ancor oggi secondo il suo metodo semplicissimo.
Dal 1976 l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha riconosciuto e legittimato l'uso della floriterapia come metodo di cura complementare. Rappresenta una branca emergente della medicina biologica, che si avvale di una serie di essenze naturali preparate a partire da fiori silvestri.
Tuttavia il titolo di floriterapeuta, in Italia e in altri paesi europei, non è riconosciuto ufficialmente dallo Stato, cosa che invece avviene in Inghilterra, Francia, Spagna e Germania.

SHARE!